Concorso

Il testo che segue partecipa al concorso “Vinci un iPad con la tua Storia” indetto da Piernicola De Maria di Piernicola.com

“IL MONDO SI SPOSTA PER CHI DECIDE DOVE VUOLE ANDARE”

Ecco la mia storia.

Ansia, tristezza, malinconia, incertezza, debolezza fisica, fame nervosa, amici incerti… una società appena avviata che stentava a decollare…Beh! queste erano alcune tra le mille sensazioni che sempre più spesso abitavano il mio corpo e la mia mente in quei giorni di tanto tempo fa.

Poi un giorno la telefonata inaspettata di Sergio, uno dei miei migliori amici di quando ero ragazzo in Sicilia. Vista la distanza che lo separava da Milano, chiese a me di assistere alla presentazione di un percorso di crescita personale al quale lui era interessato come psicologo. Per me sarebbero stati pochi chilometri, il martedì successivo, puntuali, dalle 17.00 alle 19.00!

Ci andai con sua cugina Marina interessata all’argomento e anch’io interessato, anche se ancora non sapevo bene a cosa. Con lei, in macchina, prima di arrivare, fu un continuo ridere nel cercare di immaginare il posto che avremmo trovato: forse un appartamento imbiancato di fresco, finestre con i doppi vetri, pavimenti in marmo, magari qualche piccolo quadretto alle pareti, sedie in plastica e qualcuno con un sorriso smagliante che avrebbe cercato di iscriverci al corso.

Appena entrati la nostra sorpresa fu travolgente; ci accolse una signora molto gentile col sorriso luminoso all’interno di un appartamento trasformato ad ufficio, ed ecco lungo il corridoio apparire piccoli quadretti new-age.

Entrammo nel soggiorno, abitato da sole tre persone, faticosamente sospese su sedie da giardino bianche le cui gambe rischiavano ad ogni loro movimento di aprirsi, slittando sul pavimento lucido come uno specchio.
E magia delle magie, c’erano anche i doppi vetri in alluminio. Non potevamo crederci!

Le risate pervasero subito i nostri volti, uno strano nervosismo iniziò a contaminarci e per quelle due ore una sensazione di stordimento ci inondò tanta era la sorpresa per avere previsto tutto. Eravamo maghi!

Tornai a casa, ci pensai e il giorno dopo decisi di iscrivermi al corso!

Da allora la mia vita, e quella di molte altre persone, cambiò e tutto accadde solo grazie a quella piccola decisione dettata forse dal mio impulso imprevedibile di decidere, spesso assecondato senza discriminare su cosa.

Se penso, ora, che avrei potuto non farlo mi vengono i brividi.

Ogni minuto che passa l’universo ci mette a disposizione tutto ciò che serve per evolverci e per guarire. Mari di cambiamento, dalle forme più improbabili, ci passano accanto in modo chiaro, trasparente, ci sussurrano, ci sfiorano, ci sommergono, attendono un nostro segnale per potere essere afferrati. Invece siamo noi che, travestiti da tutte le nostre convinzioni, i nostri odi, i nostri amori, la nostra pigrizia, i nostri errori, con un trucco pesante da pagliacci di un circo improbabile, vediamo il vuoto e l’incertezza, là fuori, in tutte le cose che non ci assomigliano.

Per captare qualcosa diverso da ciò che siamo, è necessario compiere un atto di fede, è necessario immaginare che qualcosa, anche agli antipodi rispetto a noi, possa contenere il seme del cambiamento.

Tutto può trasformarci: decidere di partecipare a un concorso, scrivere la propria storia, fare l’elemosina a un barbone, cambiare lavoro, fare una carezza a un bimbo, prendere un treno per un viaggio, decidere per una volta di giocare, lasciar perdere, fare qualcosa che non faremmo mai, perdonare, lasciare andare una persona che non ami, con l’unica regola di non giudicare mai quello che sta accadendo, anche se hai la sensazione logica di farlo contro te stesso.

Grazie a quella decisione di allora, la mia vita è sempre più luminosa e più vado avanti, più si semplifica.

Da allora il mio impegno è aiutare le persone ad attraversare il grande mare dell’incertezza, indicando loro un possibile percorso con l’unico obiettivo di stare in ascolto, seguire l’istinto e decidere!

Francesco Filippi

Annunci

Responses

  1. ……. questo suo scritto è veramnte una piacevolissima boccata di aria fresca!

    un sincero in bocca al lupo per la sua vita! (che include ovviamente anche il suo lavoro …..!)

    r.

  2. Grazie Roberto per il tuo commento!

    Molto bella la tua storia e i tuoi lavori che trovo molto originali.

    In bocca al lupo di cuore anche a te!

  3. Ciao Francesco,
    una bella missione davvero la tua….farà bene a molti leggere la tua storia!
    Complimenti e auguri….
    Se vorrai leggermi, sarai il benvenuto ….*_*

  4. Grazie Naty del tuo commento!

    Ho letto la tua storia…credo che dovremmo vincerlo tutti l’IPAD.

    In bocca al lupo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: